Eventi

Storie e storia | I disarmati. Profughi, prigionieri e donne del fronte italo-austriaco

Storie e storia | I disarmati. Profughi, prigionieri e donne del fronte italo-austriaco

Storie e storia | I disarmati. Profughi, prigionieri e donne del fronte italo-austriaco

Mercoledì 21 aprile, ore 17.30
Online su piattaforma Zoom

 

Per il ciclo Storie e Storia promosso da Museo Storico Italiano della Guerra e Accademia Roveretana degli Agiati, presentazione del libro

I disarmati. Profughi, prigionieri e donne del fronte italo-austriaco
The Disarmed.
Refugees, Prisoners and Women of the Austro-Italian Front
a cura di Étienne Boisserie, Marco Mondini

Museo Storico Italiano della Guerra 2020

Francesco Frizzera dialoga con gli autori Marco Mondini, Irene Guerrini e Marco Pluviano

Per partecipare è sufficiente collegarsi a questo link: https://us02web.zoom.us/j/83707118022

Durante la Grande Guerra il fronte austro-italiano era considerato secondario. A lungo la storiografia internazionale ha dedicato a questo teatro d’operazioni meno attenzione rispetto ad altri fronti, così come ai margini delle grandi riflessioni storiografiche sono rimasti i “disarmati”: prigionieri, profughi, donne e civili. Il volume propone un’analisi delle loro vicende attraverso un approccio transnazionale e con un’attenzione specifica agli aspetti culturali. Le esperienze di prigionieri e profughi vengono studiate attraverso le testimonianze dal basso dei protagonisti e di chi si faceva carico dell’assistenza. La convivenza tra popolazione locale e profughi e quella tra prigionieri e civili porta alla luce percezioni incrociate, modifiche nell’organizzazione sociale e nelle modalità di coabitazione. Dei civili rimasti nelle vicinanze del fronte si analizzano le trasformazioni della vita quotidiana, dei circuiti economici e dei rapporti con l’amministrazione militare.

Il volume raccoglie le relazioni presentate al convegno En guerre sans armes: Réfugiés et prisonniers du front austro-italien (1915-1918), organizzato da Labex EHNE (Paris Sorbonne), UMR SIRICE (CNRS, Paris I-IV), CREE (Inalco), FBK – Istituto Storico Italo-Germanico (Trento), la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Ljubljana, l’Università degli Studi di Padova, in collaborazione con l’Institut culturel italien, il Forum Culturel Autrichien e il Centre tchèque de Paris, tenutosi a Parigi il 2 e 3 febbraio 2017.

Saggi di Étienne Boisserie, Marco Mondini, Petra Svoljšak, Jana Zat’ková, Petra Testen Koren, Ana Cergol Paradiž e Irena Selišnik, Urška Strle, Anna Grillini, Tina Bahovec, Jernej Kosi, Paolo Malni, Bohuslav Rejzl, Irene Guerrini e Marco Pluviano.

 

Marco Mondini è ricercatore all’Università di Padova dove insegna Storia contemporanea e History of Conflicts. È ricercatore associato all’Istituto Storico Italo Germanico – FBK e all’UMR Sirice (CNRS – Paris Sorbonne). Fa parte del Comité directeur del Centre International de Recherche dell’Historial de la Grande Guerre, del comitato di redazione di “Ricerche Storiche” ed è section editor di “1914-1918 online. The International Encyclopedia of the First World War”. Tra i suoi volumi più recenti: Fiume 1919. Una guerra civile italiana, Roma 2019; Il Capo. La Grande Guerra del generale Luigi Cadorna, Bologna 2017; La Guerra italiana. Partire, raccontare, tornare 1914-18, Bologna 2014.

Irene Guerrini è bibliotecaria presso l’Università di Genova. Membra della Società italiana per lo studio della storia contemporanea (SISSCo), del Collectif de recherche international et de débat sur la Guerre de 1914-1918 (CRID 14-18), dell’Association for the study of modern Italy (ASMI) e componente del comitato scientifico dell’Istituto ligure per la storia della Resistenza e dell’Età contemporanea.

Marco Pluviano svolge attività di ricerca in maniera indipendente. È membro della Società italiana per lo studio della storia contemporanea (SISSCo), del Collectif de recherche International et de débat sur la Guerre de 1914-1918 (CRID 14-18), dell’Association for the study of modern Italy (ASMI) e componente del comitato scientifico dell’Istituto ligure per la storia della Resistenza e dell’Età contemporanea.

L’iniziativa è realizzata con il sostegno di Provincia autonoma di Trento, Comune di Rovereto, Fondazione Caritro.

 

ALTRI APPUNTAMENTI

Mercoledì 7 aprile, ore 17.30
Vite vissute e no. I luoghi della mia memoria
di Mario Isnenghi
Edizioni il Mulino, 2020

Mercoledì 14 aprile, ore 17.30
Palazzo Noriller a Rovereto. Nuovi studi interdisciplinari
a cura di Marcello Beato, Carlo Andrea Postinger
Accademia degli Agiati, Silvana Editore 2020