News

Il Centenario della Prima guerra mondiale in Vallagarina

Il Centenario della Prima guerra mondiale in Vallagarina

Il Centenario della Prima guerra mondiale in Vallagarina

In Vallagarina tra il 1915 e il 1918 gli eserciti italiano ed austro-ungarico si affrontarono creando un complesso sistema difensivo fatto di trincee, postazioni di artiglieria, gallerie, ricoveri, teleferiche, acquedotti. La popolazione venne evacuata e al suo posto vissero per tre anni e mezzo decine di migliaia di soldati, molti dei quali caddero in combattimento.
A distanza di cento anni, sul territorio rimangono numerose tracce di quegli eventi e sono molte le proposte di visita per chi desidera comprendere cos’è stato quel conflitto.

Nell’anno che conclude il Centenario della Prima guerra mondiale, le istituzioni e le associazioni del territorio, coordinate dalla Comunità della Vallagarina con il supporto del Museo della Guerra di Rovereto, stanno promuovendo numerose iniziative per ricordare l’anniversario 1918-2018.

Scarica il programma degli eventi in versione pdf (562kb).

 

 

GLI EVENTI

Dopo l’appuntamento dell’Adunata nazionale degli Alpini che si è svolta a Trento lo scorso maggio e che ha portato in Vallagarina migliaia di penne nere, la programmazione autunnale vedrà in primo piano due importanti ricorrenze.

In occasione della prima “Giornata del ricordo delle vittime e dei caduti trentini della Grande Guerra” istituita dalla Provincia autonoma di Trento il 14 ottobre di ogni anno, saranno numerosi gli appuntamenti in Trentino, tra i quali l’apertura del Memoriale dei caduti trentini della Grande Guerra presso il Museo della Guerra di Rovereto, in attesa di trovare collocazione definitiva presso il Sacrario Militare di Castel Dante a Rovereto.

Nelle settimane successive, ad essere ricordati saranno invece gli eventi che precedettero la firma dell’armistizio del 3 novembre 1918 a Padova. I delicati passaggi che portarono alla fine del conflitto sul fronte italo-austriaco si svolsero infatti proprio in Vallagarina: da Serravalle all’Adige, dove un cippo ricorda il luogo dove il 29 ottobre 1918 rappresentanti austriaci chiesero agli italiani la sospensione dei combattimenti, a Villa Pellegrini Malfatti ad Avio e a Villa Guerrieri Gonzaga a Borghetto dove furono trasferiti prima di raggiungere villa Giusti.

Il calendario di eventi, mostre e spettacoli, si trova su questo sito e su  www.trentinograndeguerra.it, sito ufficiale della Provincia autonoma di Trento per il Centenario.
Scarica il programma degli eventi in versione pdf (562kb).

 

LE PROPOSTE DI VISITA

In tutte le stagioni la Vallagarina offre molteplici proposte di visita ed escursione sui luoghi della Grande Guerra. Percorsi suggestivi che ricalcano l’antica linea del fronte si snodano attraverso strade di montagna e lungo il Sentiero della Pace, portando a scoprire esempi imponenti di architettura militare come il Forte di Pozzacchio, ma anche trincee e postazioni militari come quelle ancora visibili sul monte Pasubio, sullo Zugna, sul massiccio del Baldo e in Val di Gresta.

La città di Rovereto ospita invece alcuni significativi luoghi della memoria. Ventimila caduti austriaci e italiani riposano nel grande Sacrario di Casteldante. La Campana dei Caduti fa risuonare tutte le sere cento rintocchi, come monito contro la guerra. Il Museo Storico Italiano della Guerra documenta con le sue esposizioni la storia di quel conflitto.

Per scoprire tutti gli strumenti e le risorse multimediali disponibili per conoscere i luoghi storici e i monumenti della Vallagarina, clicca qui.

Per informazioni turistiche e sull’ospitalità il sito di riferimento è www.visitrovereto.it.

Per visitare musei e castelli trentini, muovendosi gratuitamente con treni, autobus e funivia è possibile utilizzare Museum Pass, la card per visitare i luoghi della cultura in Trentino. Acquistala subito.

 

 

 

In News