News

Donata al Museo della Guerra di Rovereto la collezione Hanus: 900 soldatini in piombo

Donata al Museo della Guerra di Rovereto la collezione Hanus: 900 soldatini in piombo

Donata al Museo della Guerra di Rovereto la collezione Hanus: 900 soldatini in piombo

L’avvocato tedesco Peter Hanus – appassionato di modellismo statico, residente ad Amburgo ma che per parte dell’anno vive a Rovereto e la cui moglie, Cristina, è originaria di Ala – ha donato al Museo della Guerra di Rovereto la propria collezione di soldatini realizzati in lega di piombo e stagno. Si tratta di più di 900 pezzi che riproducono i soldati e gli ufficiali di vari reggimenti di cavalleria, fanteria e artiglieria degli eserciti austriaco, francese, piemontese e napoletano che parteciparono alla guerra di successione austriaca tra il 1740 e il 1748.

L’avvocato Hanus, documentandosi su testi specialistici, ha realizzato personalmente i soldatini (alti 4 centimetri) attraverso un processo di fusione, rifinitura e coloritura. L’appassionato è entrato in contatto con il museo attraverso un socio dello stesso al quale ha manifestato l’intenzione di donare la collezione all’istituzione roveretana. “Il Museo ha ben volentieri accettato questa donazione – riflette Camillo Zadra, direttore del Museo della Guerra – non solo per la sua importanza ma anche per il valore della proposta dal punto di vista documentario e realizzativo. Il modellismo è infatti una delle modalità di rappresentazione della storia che ha radici antiche ed è molto praticata anche al giorno d’oggi. Manifesta la capacità, da parte degli appassionati, di documentare la Storia in forme inconsuete e originali, favorisce l’acquisizione di competenze storiche significative ed è un’importante esperienza di autoproduzione”. Quest’anno al Museo della Guerra sono già pervenute più di trenta donazioni.

 

In News